TOUR PER BAMBINI IN TOSCANA

TOUR PER BAMBINI IN TOSCANA

FIRENZE

Tutti i tour sono adatti per bambini in età scolare (dai 6 anni in su). È importante sapere l’età dei ragazzi per poter adattare il linguaggio a seconda del pubblico. Queste sono alcune proposte ma il tour si può personalizzare a seconda del vostro tempo e delle vostre richieste. I minorenni di qualsiasi nazionalità, hanno il biglietto di ingresso gratuito nei musei nazionali e a Palazzo Vecchio. Dovete però avere un documento del bambino da mostrare in biglietteria. Consiglio sempre di portare una fotocopia del documento.

  • CACCIA AL SIMBOLO A FIRENZE! (3 ore)

Giro città+Accademia

Alla scoperta della città di Firenze attraverso i suoi simboli. Ai bambini sarà dato del materiale illustrativo con i simboli della città e loro li dovranno cercare. Sarà un modo per tenere viva la loro attenzione e per portarli a conoscere la storia di Firenze. In questo modo visiteremo i luoghi principali della città: Piazza Duomo, Piazza della Signoria Ponte Vecchio. Alla Galleria dell’Accademia, scopriremo come il piccolo David, grazie al suo coraggio ed intelligenza, riuscì a sconfiggere il gigante Golia. Ma se David era piccolo, come mai Michelangelo lo scolpì come un grande gigante? Vedremo di capirlo assieme!

 

  • COME SI VIVEVA A FIRENZE NEL QUATTROCENTO (2 ore)

(Palazzo Davanzati)

Visita a Palazzo Davanzati. Come si viveva nel Quattrocento? Come arrivava l’acqua in casa? Come erano fatti i bagni? Quali erano i giochi dei bambini? A tutto questo risponderemo visitando una vera casa del passato.

 

  • A CASA DEI MEDICI (4 ore)

(Palazzo Vecchio+Giardino di Boboli)

La storia dei Medici attraverso i palazzi da loro abitati: Palazzo Vecchio e Palazzo Pitti. A Palazzo Vecchio ci aspettano i personaggi della famiglia Medici: ad ognuno di loro è dedicata una stanza. Saranno loro a parlarci delle loro gesta. Come? Attraverso i dipinti di questo sontuosissimo palazzo. Incontreremo mercanti, principi ed eroi. Però c’è un problema. Palazzo Vecchio non aveva un giardino ed i bambini non potevano giocare. Allora i Medici comprarono Palazzo Pitti e fecero costruire un grande parco. Mettiamoci un paio di scarpe comode ed andiamo al Giardino di Boboli. Grotte magiche, nani, cavalli alati e molte altre cose curiose aspettano di essere scoperte!

  • UNA PRIGIONE CHE OSPITA DEI ED EROI. VISITA AL MUSEO DEL BARGELLO. (2 ore)

Il severo palazzo del Bargello era una prigione, ma poi divenne un museo. Qui le statue di dei ed eroi ci aspettano per raccontarci tante storie che parlano di grandi rivalità, furbizia, amore e coraggio. Le statue furono scolpite da grandissimi artisti del Rinascimento: Donatello, Luca della Robbia, Michelangelo, Cellini. Il Bargello non è solo statue, ma anche moltissimi oggetti curiosi. Scopriamolo insieme!

  • MUSEO DI LEONARDO A FIRENZE (1 ora circa, da abbinare al giro città o altro)

Da 8 anni in su

Museo Leonardo da Vinci. Conosceremo il genio universale di Leonardo attraverso le sue invenzioni. In questo museo sono ricostruite le macchine riprodotte a grandezza naturale secondo i disegni che troviamo nei suoi manoscritti: macchine da guerra, macchine di ingegneria civile, ma soprattutto le strabilianti macchine volanti.

 

SIENA

 

  • SIENA PER BAMBINI (3 ORE)

Come mai a Siena vediamo dappertutto la lupa con i gemelli? Che cosa rappresentano gli animali che decorano le fontanine della città? Che forma ha piazza del Campo? Dove corrono i cavalli? Dove dorme il cavallo nei giorni del Palio? Con che cosa giocano i bambini senesi? Risponderemo a tutto questo durante il nostro tour. Molto consigliata la visita di una contrada dove vedremo armature, bandiere e tamburi. La visita della contrada è a pagamento.

 

  • SIENA PER BAMBINI CON PALAZZO PUBBLICO (3 ore)

(da 8 anni in su)

Iniziando da Piazza del Campo visita del Palazzo Pubblico per vedere come si viveva a Siena nel Trecento grazie agli affreschi che decorano il palazzo. Per completare le tre ore, giro città oppure in alternativa visita di una contrada a pagamento.

 

  • ALLA RICERCA DEL LEONE PERDUTO. TOUR PER BAMBINI NEL CHIANTI ALLA SCOPERTA DEGLI ETRUSCHI

2 ore

Che fine ha fatto Leo il guardiano della tomba? Lo scopriremo assieme!

Il tour si svolge a Castellina in Chianti. Si parte dal tumulo etrusco di Montecalvario. È veramente grandissimo, 53 metri di diametro, più grande della cupola del Duomo di Firenze o di quella del Pantheon di Roma!

Lì in una delle tombe, si trovava il nostro Leo che vegliava sul sonno dei principi etruschi. Ma chi erano gli Etruschi vi chiederete, e cosa ci facevano qui in un posto sperduto nel Chianti? Le vostre domande avranno una risposta.

A piedi ci sposteremo nel Museo Archeologico di Castellina, dove nella visita, saranno mostrati alcuni straordinari pezzi, con i quali parleremo della vita quotidiana di questo popolo che ha abitato la Toscana tra l’VIII ed il I secolo a.C. Tra i temi che verranno trattati il banchetto, i giochi, la guerra, la vita oltre la morte. E qui alla fine troveremo anche il nostro Leo.

Ne scopriremo delle belle!

Se i bambini non sono stanchi, possiamo visitare assieme anche il paese di Castellina.

 Quando: Da aprile ad ottobre.

Tumulo di Montecalvario visitabile all’interno solo se non è piovuto.

 

  • SAN GIMIGNANO, UN SALTO NEL MEDIOEVO (3 ore)

Un itinerario che vi spiegherà le ragioni di questo singolare sviluppo urbano, del quale le 14 torri ancora oggi rendono testimonianza. Ingresso nella Collegiata, una specie di Cappella Sistina del Trecento coperta da affreschi con le storie della Bibbia.

 

  • L’ABBAZIA DI SAN GALGANO E L’EREMO DI MONTESIEPI CON LA SPADA NELLA ROCCIA (2 ore)

Storia di Galgano Guidotti, una specie di Re Artù alla rovescia, che invece di estrarre la spada, la pianta per sempre nella roccia. Visiteremo l’Eremo di Montesiepi, dove la spada nella roccia è divenuta una croce. Qui la storia di Galgano è affrescata da un narratore d’eccezione: Ambrogio Lorenzetti.

Alla fine del XII secolo in questi luoghi arrivarono i monaci cistercensi che in prossimità dell’eremo costruirono l’Abbazia di San Galgano, uno degli esempi più significativi del gotico cistercense in Italia.

A causa dell’abbandono in cui ha versato per secoli, l’abbazia è priva del tetto, ma questo l’ha resa un luogo magico: qui il tetto è il cielo ed il pavimento è l’erba.

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *