A RITROVAR LA DIANA, ITINERARIO DELL’ACQUA A SIENA

A RITROVAR LA DIANA, ITINERARIO DELL’ACQUA A SIENA

Dante Alighieri nel Canto XIII del Purgatorio definì i senesi “gente vana”, perché in modo molto dispendioso, si misero alla ricerca della Diana, un fiume leggendario che sarebbe dovuto scorrere nel sottosuolo della città e che non fu mai possibile trovare.

Siena non ha un fiume e la mancanza dell’acqua in città sarebbe stata un grande problema, se i senesi non lo avessero brillantemente risolto. Come? Scavando un acquedotto sotterraneo, chiamato “i bottini”.

Una visita guidata itinerante su e giù per le strade di Siena, per conoscere il sistema di approvvigionamento idrico, alla scoperta delle grandiose fonti monumentali, talvolta situate anche in punti nascosti della città.

Un tour che parte dal Medioevo per arrivare ai giorni nostri con le fontanine di contrada.

Durata: 2 ore ½ – 3 ore

A chi si rivolge

Singoli, gruppi, famiglie con bambini, scolaresche.

Non adatto a persone che hanno difficoltà a camminare.

Share

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *